Chiesa del Carmine Maggiore - Palermo da vedere

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Luoghi di culto 2


Visita Chiesa del Carmine Maggiore

Le origini della Chiesa sono da mettere In rapporto all'arrivo del Frati Carmelitani a Palermo, provenienti dal monte Carmelo in Palestina, nell'anno 1238 circa. La tradizione attribuisce all'Ordine Carmelitano tre chiese in Palermo, costruite in epoche diverse nella stessa ubicazione. La ristrutturazione della chiesa attuale viene condotta dal 1627 al 1693, con alcune soste intermedie.

La cupola. Costruita nel 1680 grazie anche all'impegno di Fra Angelo La Rosa, umile frate converso carmelitano. Essa si Innalza su tre ordini: tamburo, volta e lanternino. I pilastri sono ornati da quattro statue di stucco raffiguranti Mosè, S. Elia, S. Giov. Battista e Giona. La parte Interna della volta è rivestita di stucchi ornamentali con festoni di fiori e frutta.
La parte esterna è cosi ricca e singolare da renderla unica non solo a Palermo, ma in tutta la Sicilia. Si sviluppano quattro coppie di colonne scanalate di pietra dal capitelli dorici intramezzati da quattro grandi cariatidi, quattro uomini goffi e muscolosi in atto di reggere la cupola. Le quattro finestre sono ornate di putti, vasi e fiori in stucco. La cupola, poi, tutta convessa è rivestita da maioliche smaltate e colorite di verde e nero. Essa è divisa in quattro sezioni e ogni spicchio mette in evidenza lo stemma carmelitano, in atto è sormontata da un cupolino, la palla e la croce.

Tratto da http://www.albergheriaecapoinsieme.diocesipa.it/albergheria/arte%20chiesa%20carmine.htm

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu