Palazzo Riso - Palermo da vedere

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Musei e castelli


Visita Palazzo Riso


Palazzo Riso, noto anche come RISO, Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia, o RISO, è un museo regionale d'arte contemporanea sito su Corso Vittorio Emanuele, a Palermo. Palazzo Belmonte Riso nel 1780 fu commissionato dal principe di Belmonte Giuseppe Emanuele Ventimiglia all'architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia. Completato nel 1784, l'edificio è un esempio del passaggio dallo stile tardo Barocco siciliano al Neoclassicismo. Nel XIX secolo divenne proprietà della famiglia Riso, il cui stemma è posto sul portale d'ingresso. L'opera fu realizzata in marmo da Ignazio Marabitti, così come le sculture neoclassiche del balcone centrale. Durante la seconda guerra mondiale una bomba colpì il palazzo facendone crollare una parte e distruggendo gli affreschi, tra cui quello realizzato da Antonio Manno nel grande salone da ballo. Da allora il palazzo venne abbandonato. In quegli anni il palazzo era stato utilizzato come la sede della Casa del Fascio di Palermo. Verso la metà degli anni novanta la Regione Siciliana, già proprietaria del palazzo, avviò i primi lavori di restauro, recuperando alcune parti dell'edificio. Nel 2006 vennero avviati i lavori di restauro dell'ala nord dell'edificio e nel 2008 venne realizzato l'allestimento museale per la nuova destinazione del palazzo a museo d'arte contemporanea.

Dal 2008 Palazzo Riso è la sede del Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia e uno degli spazi espositivi più importanti della regione. Alla sua apertura il museo si è dotato di una struttura per la promozione dell'arte contemporanea siciliana: il SACS (Sportello per l'Arte Contemporanea della Sicilia) è costituito da un archivio i cui materiali sono disponibili on-line e consultabili in forma cartacea presso la sede del museo. Nel 2010 all'interno del museo è stata istituita la Galleria SACS. Il museo dispone inoltre di un settore didattico, di una libreria e una caffetteria. Per il futuro è prevista la realizzazione di un ampliamento dell'area museale consistente nella ricostruzione dei corpi di fabbrica andati distrutti durante l'ultima guerra

Tratto da Wikipedia

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu