San Pietro e Paolo - Palermo da vedere

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Luoghi di culto 3


Visita San Pietro e Paolo

Inizio lavori nel 1865, conclusione lavori nel 1880, a opera dell'architetto DOMENICO MARVUGLIA. Stile neogotico. Inizialmente, e fino al 1940, cappella del Monastero Benedettino. Dal 1941, essendosi assottigliatosi il numero delle monache, è stata ceduta alla Diocesi, divenendo parrocchia. La facciata comprende tre ingressi ad archi a sesto acuto in stile romanico. L’Altare centrale e gli altari laterali sono stati decorati fin dalla costruzione dal pittore G. La Manna. Sull’Altare centrale abbiamo: al centro S. Pietro, Gesù, S. Paolo; a sinistra Re Davide, Profeti Geremia, Ezechiele; a destra Isaia, Daniele e Re Salomone; in alto Arcangelo Gabriele ed Arcangelo Michele. L’Altare sinistro è dedicato a S. Benedetto da Norcia (patrono d’Europa); in alto troviamo le Sante siciliane S. Cristina, S. Oliva, S. Rosalia, S. Ninfa e S. Agata. L’Altare destro è dedicato alla Madonna del Perpetuo Soccorso; in alto troviamo S. Anna, S. Gioacchino, S. Giovanni Battista, S. Elisabetta e S. Giuseppe. Percorrendo la navata laterale sinistra possiamo ammirare l’Altare dedicato al Sacro Cuore di Gesù (statua in gesso), la cappella del SS. Crocifisso (scultura in legno) con la statua di Maria Santissima Addolorata (in legno) e, sul confessionile, il quadro ad olio della ‘Strage degli Innocenti’ del 1880. Percorrendo invece la navata laterale destra ammiriamo la cappella di S. Teresa del Bambin Gesù del pittore Basile (olio su tavola) e di Padre Pio da Pietralcina della pittrice N. Militello (olio su tela, 1 m x 80 cm), la statua di Maria Santissima Incoronata (legno) ed infine la cappella di S. Giuseppe, con la raffigurazione del Santo in olio su tela. Lungo entrambe le due navate laterali si trovano due ordini di finestre: n°6 nel primo (3+3); n°10 nel secondo (5+5). I Medaglioni raffiguranti i singoli Apostoli arricchiscono la navata centrale insieme ad otto lampadari in ottone che richiamano lo stile della chiesa. Tutte e tre le navate sono state affrescate nel 1955, compresi i tetti stellati. Infine, all’ingresso centrale troviamo una vetrata decorata lateralmente con le icone di S. Mauro e S. Placido (Santi Benedettini), S. Geltrude e S. Scolastica (Sante benedettine), mentre al centro gli Arcangeli Michele e Gabriele. Al di sopra di esso si erge un’impalcatura metallica con primo e secondo piano: il primo ordine serviva per l’autorità monastica per partecipare alle funzioni sacre, mentre al secondo ordine vi è l’organo risalente al 1800.

Tratto da Wikipedia

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu